La Pscico-Genealogia
Metodo di Vilma MazzoliniIt
Italiano
 
I GIOIELLI
Vign_1381330_641223775921916_1242057525_n

I GIOIELLI :

Oggi i gioielli sono delle carte vincente che servono a rifinire una tenuta all'epoca di un'uscita speciale o semplicemente per il nostro proprio piacere al quotidiano. Ma non ne è stato sempre così.

Al mediovo erano dei segni di riconoscenze per dimostrare l'appartenenza ad un corpo di mestiere, una casta o un palco segreto, o ancora segno di discriminazione.


Etimologia del parola Gioiello :


Parola del quindicesimo secolo che ha eliminato parzialmente il parola 'gioiello.' Del bretone bizou che significa--- > anello per il dito, derivato egli del parola biz--- > dito.
Gioielliere al diciasettesimo secolo: è quello che ama i gioielli al diciottesimo secolo poi prende il senso moderno della parola.

1/esempio 

Un anello al pollice della mano Diritta :

A questo periodo gli anelli erano o in ferro o in rame. Parecchi mestieri avevano se si può dire una derogazione (mestieri che hanno un rapporto al sangue)) : 

1 /i chirurghi,

2 / i barbieri, (antenati dei nostri dentisti,)

3 / i macellai,

4 / i boia,

5 /  levatrice,  

6 / gli esibitori di orsi che portava un anello al pollice della mano diritta.


Oggi molte persone porta un anello o tatuaggio a quel dito.

Le persone che porteranno un anello può avere la memoria di un antenato del suo albero che ha esercitato uno di questi mestieri.


2 / esempio :

Orecchino :

Durante i 1000 anni che è durato la Medievo era vietato bucaresi il corpo per qualche ragione che sia sotto pena di essere dichiarato invasato per le forze demoniache e la pena incorsa era o scomunichiamolo o di essere bruciato vivo sul rogo

Piccola storia che circola :

'C'era una volta un re ed una regina che viveva felice nel loro bel castello.  Un giorno la regina nota che suo reale sposo è meno zelante al suo riguardo. Una notte si sveglia e si accorge che il suo strato è vuoto. Alla mattina chiede la causa di questa assenza gli candisce che è stato disturbato. Ma il problema duro e la signora decidono di spiarlo e scopre che il re ha una relazione con una  bella governante bruna agli occhi neri. Pazza di rabbia gli ordina di fermare questa relazione. Ma il re è molto innamorato ed egli non può decidersi a lasciare sua bella. Una notte, per vendicarsi, la regina va nella camera della domestica e gli ordini di bucare si il lobo di questi orecchi per imbruttirlo. Il re molto innamorata domanda di fare venire al palazzo il più grande gioielliere del regno per trovare una soluzione ai buchi degli orecchi. Il gioielliere fabbrica con due diamanti due orecchini per  otturari i buchi. La governante è diventata molto incantevole coi dei orecchini in diamanti, così appaiono la storia dei  orecchini.'


Bella prova di amore non !!? Ma allo stesso tempo ciò rivela un adulterio.


Adesso un poco di storia :

Per i  orecchini, (che sono moneta corrente 
per la maggioranza delle ragazze) erano obbligatore  per le donne e le ragazze ebraiche di 10 anni e più, in segno della loro religione. Dovevano essere dei semplici cerchi di oro o con  perle coltivate. A questa epoca si era già un segno di discriminazione. 


Al XIV secolo queste parure sono piaciute alle belle andaluse, napoletana, bizantine e di questo fatto sono state vietate alle donne di religione ebraica.


La sola differenza le "belle" non si bucavano gli orecchi ma passavano un filo di oro nei gioielli e poi intorno al padiglione o erano cliccate sul lobo.

Ora, certe classi sociali continuano la tradizione e non bucano gli orecchi della loro bambine e ragazza.

 
Les créations de Mademoiselle Sye
 
Joyélla
Vign_25616_100156303362002_100151446695821_137_2209544_n
Una grande creatrice che realizza dei gioielli riempe di amore e di luce.

Joyélla è innanzitutto un'artigiana creatrice che realizza dei gioielli in argento, di oro ed in piatto. Ma anche delle collane e dei braccialetti in pietre naturali o in perle coltivate.

A contro corrente dei prodotti industriali privilegia i materiali nobili e di qualità. Mettendo in testa ai prodotti naturali lavorato con amore e rispetto.

Incontrare questo artista vi farà scoprire il mondo affascinante del gioiello e  fabbricato nelle regole dell'arte secondo le tecniche ancestrali. Forte delle sue esperienze: diplomata della scuola delle arti applicate di Ginevra in gioielli - gioielleria, 3 prezzo al concorso Rolex, esposta a Lione all'epoca del Print'Or, subappalto per le grandi case su Ginevra come Chopard, Roger Dubuis, Piaget, lo schizzo di laboratorio, il disegno, la realizzazione..

Appassionata dalla bellezza delle pietre e le loro proprietà, formate in lithothérapie, vi trasporta nel suo universo. La creatrice vi riceve su appuntamento nel suo laboratorio-show room, su Cranves-sporchi, dove scoprirete le sue differenti collezioni che alleano pietre e metalli preziosi. 

Alla vostra disposizione per riparare e trasformare i vostri gioielli, realizza su preventivo dei locali unici. Chi non ha sognato di avere un gioiello che gli somiglia che simboleggia delle cose importanti per lui, Joyélla alias Sylvie Garcia è  per colmare tutti i vostri desideri
© 2011It
Create a website with WebSelf